Chi siamo


Ciao Sergio, come nasce “Regalpetra Libera Racalmuto”?

Il blog “Regalpetra Libera Racalmuto” nasce per dar voce principalmente ai cittadini di Racalmuto. Il mondo di internet facilita la comunicazione e lo scambio di informazioni. Tutti noi siamo bombardati dalle notizie nazionali ed internazionali, ma manca l’informazione sui fatti locali. Il blog è diventato un punto di riferimento per i tanti naviganti racalmutesi su internet. “Regalpetra Libera Racalmuto” nasce in un momento difficile per Racalmuto: il triste fenomeno della mafia, la diffusione della droga, immobilismo e malcostume politico, degrado ambientale  e morale. Bisognava reagire. Il blog nasce per la Racalmuto che non si rassegna e che lotta per il cambiamento.

Ti aspettavi un tale successo?

Sinceramente no. All’inizio il blog era una goccia nell’oceano. Ma pian piano si è conquistato la fiducia della gente. E’ stato un continuo crescere. La rete offre tante possibilità comunicative (testo scritto, immagini, video) e sta cambiando le abitudini delle persone. Oggi sono tanti gli “internettisti” poiché il web ti offre una miriade di informazioni, ti facilita la ricerca,  la conoscenza e le relazioni, dematerializza e velocizza la comunicazione. E’ una finestra aperta sul mondo. Va ricordato che Regalpetra Libera ha un canale su youtube, con più di cento video che parlano di Racalmuto. Una piccola TV locale, molto seguita. Il blog è visitato da tanti naviganti che non sono di Racalmuto, ma seguono la vita di questo piccolo paese siciliano: quest’estate sono arrivati diversi turisti grazie alla promozione che ogni giorno facciamo al paese. Quello che traspare a chi visita il blog  è l’amore per la nostra terra, ed è questa la vera molla del successo.

Come definiresti il rapporto dello Scimè blogger coi suoi compaesani?

Un rapporto alla pari. Io sono un cittadino racalmutese che conosce il suo paese ed ha un buon rapporto con i suoi compaesani. Da quando sono nato respiro l’ aria di Racalmuto.  Credo nelle persone, ho fiducia nelle cose che mi dicono, rispetto e stimo davvero tutti. Il blog cerca di raccontare la vita di un paese. Cose belle e cose brutte. Non mi piace l’informazione a senso unico. Nella vita di una comunità c’è di tutto. Chi nasce e chi muore. Chi si sposa e chi no. Chi lavora e chi un lavoro lo cerca. La vita è varia e quindi varia deve esserne l’informazione. Si parla di politica, a volte con dibattiti molto accesi, di letteratura (Racalmuto è il paese di Leonardo Sciascia, una nostra grande risorsa culturale), di teatro, di arte, di musica, di cronaca. Si parla anche di mafia e soprattutto di antimafia. Racalmuto soffre in particolare per colpa della mafia che ha bloccato lo sviluppo civile del nostro territorio. Regalpetra Libera vuole un’altra Racalmuto, che fondi la sua vita sulle regole e che sfrutti al massimo le tante e sane risorse umane e materiali che il nostro territorio offre.

Secondo te, quali ulteriori potenzialità potrebbe avere uno “spazio virtuale” come il tuo?

Sono tante le potenzialità. Innanzitutto mettere sempre più in contatto i due mondi: quello virtuale e quello reale. Sono mondi non in disaccordo tra loro. La rete porta, per esempio, maggiore trasparenza amministrativa  e la gente comodamente da casa può sapere come si spendono i soldi pubblici. Attraverso il mondo virtuale si può cambiare il mondo reale, ne sono convinto. Certo, bisogna usare la rete con attenzione. Il blog ha un gruppo e un profilo su facebook,  proprio lì si aprono tante discussioni, contributi, suggerimenti per il futuro di Racalmuto.  Un paese che non si arrende di fronte alle difficoltà del momento ed è pronto a ripartire con rinnovato entusiasmo.

Ringraziandoti per la tua disponibilità, potresti anticipare ai lettori qualche progetto futuro al quale stai lavorando?

Grazie a te per questa piacevolissima intervista. Un grazie sempre ai tanti amici che con tanta pazienza collaborano con me in questa bella avventura. Un grazie a chi ci segue e a chi ogni giorno ci dà la forza per continuare. Tra le ultime novità ci sono i video delle feste religiose di Racalmuto, caricati su youtube e che hanno riscosso un grande successo di visite. Stiamo lavorando ad un progetto utilizzando gli sms, che può, per esempio, essere molto utile per lo scambio di informazioni urgenti.
Al momento molte news del blog vengono inviate con gli sms a centinaia di racalmutesi con il sistema NOI WIND. Il nostro impegno è costante e continuo e penso che le nuove tecnologie comunicative possano dare tanto al progresso di una popolazione, ma dobbiamo unire tutte le nostre forze. Ogni cosa che inseriamo nella rete è una goccia di memoria. Si dice che “senza memoria non c’è futuro”. Io aggiungerei inoltre che senza memoria si vive male anche il presente. Regalpetra Libera è la memoria di un paese. Il diario di Racalmuto.

Intervista rilasciata dal blogger Sergio Scimè al giornalista Antonio Fragapane, per il giornale on line perlacittà.it

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Racalmuto LA PROTESTA